martedì 26 febbraio 2013

PELAGIC TRIP 2013

Birdwatching, fotografia naturalistica e buona compagnia con chi condivide le stesse passioni. Una giornata all'aria aperta, o meglio, in mare aperto, un'occasione anche per scambiare pareri e consigli con due dei migliori fotografi naturalisti innamorati del Delta del PO,  Maurizio Bonora e Roberto Sauli..
Vi aspettiamo numerosi,
cari saluti.



mercoledì 13 febbraio 2013

Rospodotti

I rospodotti non sono rospi con la laurea ...



Fin dall’inizio di marzo torneranno in funzione i rospodotti (in foto) per salvare i lenti anfibi da l’impatto con auto nel loro periodo di riproduzione  che li induce a volte anche in lunghe migrazioni. L’operazione del Servizio Tutela Fauna e Flora della provincia di Torino e del WWF si realizza nelle zone in cui rospi, rane e altri anfibi attraversano le strade per spostarsi dai siti di svernamento ai luoghi di riproduzione. La campagna di salvataggio in provincia di Torino è giunta ormai al suo terzo anno consecutivo.

mercoledì 6 febbraio 2013

Rischio idrogeologico

LA CONFERENZA NAZIONALE SUL RISCHIO IDROGEOLOGICO

L'82% dei Comuni italiani in zone a rischio idrogeologico

Oltre 5 milioni di persone esposte al pericolo costante di frane e alluvioni

L'82% dei Comuni italiani presenta aree a rischio idrogeologico. In sei regioni (Calabria, Molise, Basilicata, Umbria, Valle d'Aosta e nella Provincia di Trento) questa percentuale sale 100 per cento, in altre due regioni (Marche e Liguria) al 99% e al 98% in Lazio e Toscana. È quanto emerge dalla Conferenza nazionale sul rischio idrogeologico, che ha fatto il punto sulla situazione italiana. Obiettivo dell'incontro è anche quello di «accendere l'attenzione della politica e dei candidati alle prossime elezioni e al nuovo governo su questi temi»


RISCHIO - Secondo i dati diffusi da Legambiente «la dimensione del rischio è ovunque preoccupante, con una superficie delle aree ad alta criticità geologica che si estende per 29.517 chilometri quadrati, il 9,8% del territorio nazionale. In Italia oltre 5 milioni di persone si trovano in zone esposte al pericolo costante di frane e alluvioni». Il rischio idrogeologico riguarda 6.633 Comuni che hanno aree sensibili nel proprio territorio.


CLIMA - I fenomeni meteorologici sempre più intensi, concentrati in poche ore e su aree circoscritte, con alluvioni e danni anche in aree non eccessivamente antropizzate, dimostrano la necessità di considerare i loro effetti per pianificare e programmare le politiche territoriali nei prossimi anni.

Tratto da corriere ,it.



lunedì 4 febbraio 2013

M'illumino di Meno 2013



L’AGENDINA VERDE DI M’ILLUMINO DI MENO 2013

1 non c’è efficienza energetica senza ricerca. Più ricerca green = più lavoro
2 taglio emissioni: meno carbone, più energia rinnovabile
3 non lasciamo la pacchia del sole agli amici tedeschi
4 non buttiamo l’energia, cambiamo la rete di distribuzione
5 crediamoci: il nostro futuro è la green economy
6 vietato sprecare
7 ristrutturare e costruire eco-sostenibile
8 città civile
9 se non dividi la spazzatura bene sei ……..!
10 anche a piedi e in bici