martedì 23 dicembre 2008

Ritiro Spirituale nel Delta del Po

Si è svolto il 20 e 21 dicembre ’08 nel Delta del Po il IV° Ritiro Spirituale dei “Guerrieri del Salame”.

Mi el Fasolo, el Bel, Sandricchio e Tekila, ci siamo riuniti sabato e domenica 20 e 21 dicembre in uno splendido cascinale sito in una segreta località del Delta del Po, per l’annuale Ritiro Spirituale dedicato al bosgato più noto come maiale. E’ questo un richiamo primordiale e irresistibile, propiziatorio alle imminenti feste, dopo ci si sente meglio e ci si vuole più bene. Impagabile il benessere spirituale che se ne ricava , anche il palato ha la sua giusta soddisfazione.
Omettendo la parte più cruda della scarnificazione della bestia sacrificata, nei suoi 186 kg, riporto alcuni momenti del ritiro.
In questa prima sequenza, una fase del ritiro, l'insaccatura.Dopo aver macinato la carne e conciata con solo sale, pepe, vino e un po’ d’aglio, segue il delicato momento dell’insaccatura. Responsabile dell’operazione è il confratello Fasolo coadiuvato dal confratello Bel e Sandricchio. Io sono il confratello responsabile della legatura, in questo primo anno di partecipazione al ritiro in novizio confratello Tekila ha avuto un ruolo di assistenza generale, ugualmente responsabile, tra cui l’approvvigionamento dei generi di conforto indispensabili nei giorni di ritiro.



Nuovi amici



Un grazie a Franco eccellente tuttofare che ha risolto un guasto tecnico alla macchina tritacarne, un grazie in particolare a Meri per la sua cucina, per la simpatia e per la compagnia che non ci ha fatto mancare e anche per i caffè con la cremina. Franco e Meri per meriti sul campo sono immediatamente entrati a far parte della Confraternita dei Guerrieri del Salame.


Il convivio dei Guerrieri.



Nella giornata di domenica nella meritata pausa pranzo con i confratelli abbiamo degustato le tipiche specialità deltizie dedicate all’evento.Un sobrio menù composto da risottino con pisto, fegato alla veneziana con polenta , polpette di pisto alla brace con pioppini, esse adriese con vino rosso casalingo.
In foto a destra el Bel con la tipica “travesina” da Guerriero.

L'appagamento dello spirito



E in fine l’ultima fase del Ritiro, l’appagamento dello spirito, momento in cui dopo il faticoso impegno i confratelli appendono il loro prodotto e lo contemplano.

Un primo piano dei frutti del Ritiro.

1 commento:

handmade jewelry ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.